23
March , 2019
Saturday

Notiziario TMC

Notiziario di informazione di musica e danza curato da M.Piscitelli

SHIRLEY VERRETT: IN MEMORIAM

Posted by admin On novembre - 25 - 2010

SHIRLEY  VERRETT: IN MEMORIAM

di Gina Guandalini

Ci ha lasciato Shirley Verrett, mezzosoprano e soprano di colore nata a New Orleans nel 1931.  Grande cantante, bellissima donna, in Italia è legata a numerosi trionfi.  Nel ’75 alla Scala creò una straordinaria Lady Macbeth nel Macbeth di Verdi, con la direzione di Claudio Abbado e la regìa di Giorgio Strehler, che riuscì a sostenere il confronto con la Callas e andò anche in tournée a Washington.

Dopo aver studiato a New York alla prestigiosa Juilliard School, Shirley cantava già nel ’57. Stravinsky la volle, nel ’61, nella registrazione della sua opera Oedipus Rex di cui diresse l’orchestra.L’anno seguente Menotti la portò al Festival di Spoleto per una Carmen che fece epoca. Al Maggio Fiorentino del ’67 Shirley entrò nel filone dei revivals del primo Ottocento italiano, interpretando la crudele regina Elisabetta nella Maria Stuarda, in cui teneva testa alla Mary Stuart di Leyla Gençer. Debuttò alla Scala nel ’70 con una seducentissima Dalila nel Samson et Dalila di Camille Saint-Saens. Era una eccellente attrice con una voce ambivalente, ora scura e aulica da mezzosoprano, ora più chiara e acuta da soprano. Così è stata sia Adalgisa, sia Norma nella Norma di Bellini, contralto rossiniano nell’Assedio di Corinto e protagonista di Tosca. Forse il suo più grande ruolo lo ha trovato nella principessa di Eboli del verdiano Don Carlo. Che deve esibirsi nella difficile canzone del velo, quasi sempre pasticciata dai mezzosoprani; lei la eseguiva con nitidezza e regalità trionfanti. Con altrettanta spontaneità padroneggiava Gershwin, e in questo repertorio ricorderemo un bellissimo concerto che offrì a Ravello, tra palme lussureggianti.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

© 2010 Notiziario TMC