10
December , 2018
Monday

Notiziario TMC

Notiziario di informazione di musica e danza curato da M.Piscitelli

Maurizio Pollini, compie settant’anni, è uno dei pochissimi musicisti-intellettuali italiani della sua (e nostra) generazione.

A Roma mercoledì 18 gennaio Antonio Pappano con l’Orchestra di Santa Cecilia festeggerà i 70 anni di Pollini, che sarà interprete del Concerto K488 di Mozart

 



Maurizio Pollini è nato a Milano nel 1942 e ha studiato con Carlo Lonati e Carlo Vidusso.

Nel 1960 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale Chopin di Varsavia.

Da allora è protagonista in tutti i maggiori centri musicali d’Europa, America e Giappone .

Ha suonato con i più celebri direttori, fra cui Boehm, Karajan, Celibidache,

 

Abbado, Boulez, Chailly, Mehta, Muti, Sawallisch, e con tutte le più importanti orchestre.

Nel 1987, in occasione dell’esecuzione dei Concerti di Beethoven a New York, i Wiener Philharmoniker gli hanno consegnato l’Ehrenring, nel 1995 ha ricevuto il Goldenes Ehrenzeichen della città di Salisburgo, nel 1996 a Monaco di Baviera l’Ernst-von-Siemens Musikpreis, nel 1999 a Venezia il Premio “Una vita per la musica – Artur Rubinstein” e nel 2000 il Premio “Arturo Benedetti Michelangeli” del Festival di Brescia e Bergamo.

Nel 1995 ha inaugurato il Festival che Tokyo ha dedicato a Pierre Boulez, nello stesso anno, e di nuovo nel 1999, il Festival di Salisburgo gli ha affidato la progettazione di cicli di concerti che, rispecchiando i suoi molteplici interessi musicali, accostano nei programmi epoche e genere diversi, dai capolavori della polifonia a prime esecuzioni appositamente commissionate a compositori

contemporanei.

 

Analogo “Progetto”, ampliato a una trentina di concerti, è stato realizzato da Maurizio Pollini quale parte centrale della vita musicale alla Carnegie Hall di New York nelle stagioni 1999-2001 e cicli di concerti che, oltre a un intervento solistico,  a Parigi (Cité de la Musique) e a Tokyo nel 2002,  al Parco della Musica di Roma.  nel 2003.

 

Nell’estate 2004 Pollini è stato “Artiste Etoile” al Festival Internazionale di

Lucerna, partecipando con un recital e concerti con orchestra diretti da Claudio Abbado e Pierre Boulez..

 

Il repertorio di Maurizio Pollini si estende da Bach ai contemporanei e include l’integrale delle Sonate di Beethoven, eseguita tra il 1993 e il 1997 a Berlino, Monaco, Milano, New York, Londra, Vienna e Parigi.

Ha inciso opere del repertorio classico e romantico, tutte le opere per pianoforte di Schoenberg, opere di Berg, Webern, Nono, Manzoni, Boulez e Stockhausen, testimoniando così il suo grande interesse per la musica del nostro secolo.

I dischi del maestro Maurizio Pollini hanno ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali.

http://tau.sub.jp/pollini/



 

 


 



Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

© 2010 Notiziario TMC