10
December , 2018
Monday

Notiziario TMC

Notiziario di informazione di musica e danza curato da M.Piscitelli

Addio a Lucio Dalla.(1943/2012)

Posted by admin On marzo - 4 - 2012

Sul piano Musicale è stato uno dei più affermati cantautori italiani, considerando la continuità della sua carriera che ha raggiunto i 50 anni di attività artistica

 

.Fotografia di Lucio Dalla

Musicista di formazione jazz, riscopertosi poi autore dei testi delle sue canzoni in una fase matura, ha suonato da clarinettista, sassofonista e da tastierista.

La sua produzione musicale ha attraversato numerose fasi, dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d’autore, arrivando a varcare i confini della lirica e della melodia italiana; è stato inoltre un autore conosciuto anche all’estero, ed alcune sue canzoni sono state portate al successo tradotte in varie lingue.

 

UN’EREDITÀ pesante. E non solo dal punto di vista musicaleLucio Dalla lascia un patrimonio a sette zeri, del valore cioè di decine di milioni di euroCase, ville, società, la sterminata collezione d’arte e, soprattutto, i diritti d’autore su canzoni, Caruso in testa.

Ci sono alcune persone che sono state vicine a Lucio, la sua vita era con loro. È giusto che vadano a queste persone, i suoi beni»?

Ma senza testamento la legge non assegna alcunché a tali persone.

Era un genio casalingo, il genio più assoluto capace di stare seduto assieme a te davanti a un camino a parlare per ore. Una persona generosissima, altruista. Ci mancherà. Tanto»

Simone Baroncini (cugino di Dalla)

Il feretro di Lucio Dalla in via D'Azeglio a Bologna

Il Feretro di Lucio Dalla in Via D’Azeglio a Bologna.

 

Gli Idoli accompagnano Lucio Dalla nel 1967; sono visibili da sinistra a destra Emanuele Ardemagni al basso, Giorgio Lecardi alla batteria e Bruno Cabassi alle tastiere.

Lucio Dalla con Mina e Tata Giacobetti

Dalla e De Gregori


Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

© 2010 Notiziario TMC