Sei in: Home Ufficio Stampa Ufficio Stampa Il Presepe alla Reggia di Caserta
PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

IL Presepe alla Reggia di Caserta

Corte e popolo nel presepe della Reggia di Caserta

In mostra a Roma a Palazzo Altemps il prezioso esemplare, testimonianza di una tradizione che raggiunse

l’apice nella Napoli della seconda metà del Settecento

Il Presepe Reale, Reggia di Caserta, particolare

Dal 21 dicembre al 22 febbraio, nel Teatro del Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps sarà ospitata la

mostra “Il Presepe Reale e le vestiture del popolo”. La mostra presenterà lo splendido esemplare di presepe

della Reggia di Caserta, databile al XVIII secolo, poco prima della fine del Regno delle Due Sicilie.

 

 

 

La raffinatezza d’ esecuzione dei singoli personaggi, la varietà d’azione, di movimento e l’i ntensità che

contraddistinguono le scene canoniche, quali la natività, l’adorazione degli angeli, il corteo dei Magi e

il mercato, trovano in questo presepe la massima espressione; l’opera si rivela una preziosatestimonianza

di una tradizione che aveva raggiunto il suo apice durante il Regno di Carlo III Borbone.

Il sovrano aveva fatto del presepe un’arte, dedicandosi lui stesso alla creazione dei personaggi e

coinvolgendo anche la corte, al punto che i lavori migliori partecipavano a vere e proprie competizioni.

Ad accrescere, poi, questo piacevole diletto del sovrano, era il consigliere e confessore padre Rocco,

che concepiva il presepe come uno strumento di propaganda religiosa. Per far sì che queste opere

fossero adeguate alla magnificenza della corte, erano invitati a prendere parte alla realizzazione anche

veri e propri artisti, da pittori ad architetti, da scultori a ceramisti, fino ai sarti: ricordiamo Giuseppe

Sammartino, Matteo e Felice Bottiglieri, Nicola Somma e molti altri illustri artisti dell’epoca. Particolare

cura era dedicata, poi, alla creazione dei personaggi, la cui testa era realizzata in terracotta, gli arti in

legno e, soprattutto, l’anima in fil di ferro per consentire tanto la flessibilità, quanto la varietà delle pose,

in modo da assicurare scene sempre diverse di anno in anno.

 

Il presepe racchiude, difatti, in sé, lo spirito di un popolo, divenendo lo specchio stesso della vitalità e

dell’energia non solo dei napoletani, ma di tutte le genti del Regno Borbonico, diversi per lingua e per

cultura, ma uniti nella tradizione malgrado la loro eterogeneità. L’importanza di tale elemento viene

sottolineato nell’ambito della mostra, presentando il presepe in una cornice molto varia, che guarda alle

tradizioni specifiche dei singoli luoghi dell’antico Regno: tali testimonianze si potranno ammirare nei dipinti

di Salvatore Fergola, nelle incisioni provenienti dal Museo di San Martino di Napoli in cui sono descritti i vestiti

in voga all’epoca, fino alle splendide porcellane di Capodimonte con i costumi del Regno o i due volumi con

acquetinte conservate nella Reggia di Caserta, che raffigurano Vedute della Sicilia con i costumi popolari.

 

La mostra rende, dunque, omaggio al Natale, vissuto anche come momento di scambio, in particolare tra le

due città di Roma e Napoli, l’attuale capitale d’Italia e l’antica capitale del Regno Borbonico, dove è avvenuto

e avviene l’incontro tra diversi popoli e culture.

 

Utenti Registrati Online

No

Iscriviti al nostro gruppo: Il Quotidiano di Facebook

 

 

Seguici su twitter!

 

 

Login

Videos

Ospiti

 27 visitatori online

Promozione Hotel

slide3
Chattare con TMC

News

ECOMAFIE

Ecomafie- ecco l’elenco dei 47 comuni pericolosamente inquinati

diramato dal Ministero della Salute

ROMATerra di Lavoro è ammalata. Quasi sei milioni di persone sono esposti a rischio di gravimalattie, tutte mortali: tumori, malattie respiratorie, malattie circolatorie, malattie neurologiche,malattie renali e così via. Il ministero della Salute ha diramato l’elenco delle zone maggiormente a rischio.Manco a dirlo, la zona più esposta a queste malattie è stata individuata tra il litorale domizio-flegreo e’agro aversano, praticamente quasi tutte le province di Napoli e Caserta. Questo l’elenco dei 47 comunievidenziati: Acerra, Arienzo, Aversa, Bacoli, Brusciano, Caivano, Camposano, Cancello ed Arnone,

Dettagli...

Grillo chiede un incontro a Napolitano

Grillo chiede un incontro a Napolitano

"Il Paese va verso la catastrofe economica. Ma l'italiano può diventare feroce"

Beppe Grillo 



ROMA -
"Napolitano vada in televisione, in prima serata e parli alla Nazione.Dica la verità sullo stato dell'economia, sulle misure che dovremo prendere,sui sacrifici enormi che ci aspettano. Imponga la cancellazione del Porcellum,contro cui alla Camera ha votato soltanto il M5S e un solo deputato delpdmenoelle e sciolga il Parlamento. Quest'agonia non può durare.Chiedo un incontro con Napolitano".

Beppe Grillo sul suo blog rivolge un appello al Capo dello Stato, invitandolo aspiegare agli italiani le condizioni in cui versa il Paese: "Ci si avvia verso la catastrofeeconomica - scrive il leader M5S sul sito- senza che nessuno nel Governo, nei partiti,nelle istituzioni abbia il coraggio di denunciarlo, di fare qualcosa". Bisogna intervenireal più presto perché "l'italiano viene descritto come "brava gente", ma può diventareferoce, come dimostrato dalla Storia, anche recente". Sul post appare una falsa prima  pagina del Corriere della Sera sulla quale campeggia il titolo"Le dimissioni di Letta. Grillo capo del Governo. Un proclama di Napolitano". Il tutto(sottotitolo e sommario compresi) in uno stile che ricorda quello delle dichiarazioni di guerra.

La Repubblica

Dettagli...

Tensioni sulla Grecia

Tensioni sulla Grecia


La Grecia torna sul palcoscenico delle Borse. Il nervosimo attorno al salvataggiodi Atene ha influenzato la mattinata dei listini europei. Questi, infatti, hannoreagito negativamente alla notizia, riportata dalla Reuters, secondo cui la Troikainternazionale avrebbe dato un ultimatum di tre giorni al governo ellenico.O vengono implementate, soprattutto nel settore pubblico, le riforme chieste,oppure la nuova tranche di aiuti intrenazionali potrebbe non arrivare. Al di làdell'efficacia (?) della politica d'austerity imposta al Paese (che sta sprofondandoin realtà sempre di più nella recessione), era scontato che una simile notiziaavrebbe fatto scendere gli indici. E così è stato. Tuttavia, poco dopo mezzogiornola Commissione europea ha smentito di avere dato l'ultimatum ad Atene.

Sole 24 Ore - l

Dettagli...

BENEVENTO -

CONCORSI IRREGOLARI NEL BENEVENTANO

BENEVENTO - Per irregolarità nell’effettuazione di alcuniconcorsi al Comune di Benevento il Gip Flavio Cusani hadisposto gli arresti domiciliari per il dirigente del settorefinanze del Comune Andrea Lanzalone 45 anni a cui vieneimputata la concussione. Le indagini sono state condottedal sostituto procuratore della Repubblica Antonio Clemente.Per Cristiana Fevola 48 anni, consulente della Team Consultingsrl c’è un obbligo di dimora. La donna è indagata per falsitàmateriale: i provvedimenti sono stati eseguiti dalla Digos.

F.il Mattino

Dettagli...



Natale alla Reggia 2012

COMUNICATO STAMPA

"Natale alla Reggia 2012"

dall' 8 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 il programma degli eventi organizzati

al Palazzo Reale di Caserta

Mostre d’arte, visite guidate, concerti e appuntamenti culturali.

http://www.rositour.it/Italia/Campania/Caserta/Caserta.htm

Dettagli...