Sei in: Home Ufficio Stampa Ufficio Stampa Borsa del Turismo di Milano.
PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

La Borsa Internazionale del Turismo di Milano.
“La stagioni della Reggia.Un anno di appuntamenti a Caserta”.

La comunicazione turistica passa anche (e soprattutto) attraverso i social 
nertwork, che si stanno affermando come uno strumento irrinunciabile per 
raggiungere in modo efficace e diffuso il pubblico di tutto il mondo. 
E' questa la certezza che emerge tra gli operatori turistici e quelli della 
comunicazione presenti alla Bit di Milano, la rassegna fieristica che ha aperto 
le porte dell'edizione 2013 il giorno di San Valentino ospitando nesi suoi 
stand addetti del settore e pubblico fino a domenica 17.
La Reggia di Caserta si presenta quest'anno alla Borsa del Turismo di Milano 
puntando sulla comunicazione attraverso il web e facebook, il social network 
numero uno al mondo, con il logo “facebit” che nasce in occasione della Bit 
proprio per venire incontro a quelle esigenze di diffusione ed efficacia del 
suo messaggio informativo.
Nel corso del dibattito tenutosi nell'agorà del padiglione “Italia” curato dal 
Ministero del Turismo e dal Ministero per I Beni e le Attività Culturali, a cui 
sono intervenuti il direttore generale dell'Ufficio delle politiche turismo 
Roberto Rocca  e il direttore della valorizzazzione del Mibac Anna Maria Buzzi, 
è stata sottolineata la necessità sempre più irrinunciabile di investire sul 
binomio cultura-turismo, invertendo la tendenza purtroppo affermatasi nel 
nostro Paese di tagliare risorse a quelli che rappresentano i settori trainanti 
per la ripresa e lo sviluppo.
L'Italia è la nazione con 47 siti registrati dall'Unesco nel patrimonio 
dell'umanità su 937 nel mondo, ma i fondi destinati ai beni e le attività 
culturali sono passati dallo 0,39 per cento del bilancio dello Stato del 2000, 
allo 0,19 per cento del 2012 e gli enti locali hanno abbattuto del 35 per cento 
le risorse impiegate sul territorio per tali iniziative.

Unanime è quindi il coro dei responsabili degli uffici turistici delle regioni 
presenti al dibattito, nel chiedere una linea d'azione integrata e sinergica 
tra le isttuzioni nazionali e locali che operano nel settore della cultura e 
del turismo, a cui deve aggiiungersi l'impegno dei privati sia in termini di 
apporto di contributi economici, che attraverso la partecipazione ad azioni di 
gestione con management altamente qualificato.
Particolarmente apprezzata è stata poi l'iniziativa della Soprintendenza di 
Caserta e Benevento di dialogare col publbico attraverso i nuovi sistemi di 
comunicazione offerti dalla Rete. 
Il marchio “Reggia di Caserta” rappresenta per  chi fa turismo guardando  alle 
bellezze  artistiche italiane un insostituibile punto di riferimento e “facebit 
reggia di caserta” è la prima azione adottata con l'intento di tenere 
stabilmente  aperta una finestra del nostro Monumento sul panorama della 
comunicazione globale.
Il calendario delle iniziative presentato in fiera



INVERNO

Disegni e modelli: l’idea progettuale della Reggia.
Dal 28/02/2013 

Si propongono nelle retrostanze della Sala del Trono, recentemente riportate 
all’antico splendore, numerosi interessanti manufatti facenti parte del 
patrimonio della Reggia. Tra questi: i bozzetti in stucco relativi ai rilievi 
della Sale di Marte e Astrea, i preziosi bozzetti neoclassici e i modelli 
lignei relativi ad alcuni ambienti del Real palazzo.
Completa l’esposizione una serie di disegni di Carlo e Luigi Vanvitelli 
facenti parte del fondo vanvitelliano e provenienti dal Gabinetto stampe e 
disegni della Reggia.



PRIMAVERA

Memus – Terrae Motus
Caserta Palazzo Reale – Appartamenti Storici
dal 27/03/2013 al 2/06/2013

La mostra vuole valorizzare la collezione Terrae Motus, composta da ben 
settantadue opere e legata alla Reggia casertana fin dal 1992 per volontà del 
noto collezionista ed intellettuale Lucio Amelio.
Alle importanti opere di famosissimi artisti contemporanei – quali Joseph 
Beuys, Miguel Barcelò, Tony Gragg, Keith Haring, Jannis Kounellis, Robert 
Mapplethorpe, Mimmo Paladino, Anselm Kiefer, Giulio Paolini, Luigi Ontani, 
Robert Rauschenberg etc… - si vogliono affiancare i preziosi manufatti 
realizzati da artisti contemporanei per la messa in scena di rappresentazioni 
nell’ambito della mostra “Memus” organizzata negli spazi del Palazzo Reale di 
Napoli dall’importante istituzione partenopea. In particolare si sono scelti 
bozzetti, costumi, elementi e foto di scena, relativi ad opere quali il 
Tancredi di Gioacchino Rossini ed il Fidelio di Beethoven (curate da Mimmo 
Paladino), all’Elektra di Richard Strauss (curata da Anselm Kiefer, Parsifal e 
La Valchiria di Richard Wagner (curate da Giulio Paolini), Garibaldi in Sicilia 
di Marcello Panni (curata da Luigi Ontani) ed infine Lateral pass di Trisha 
Brown (curata da Robert Rauschenberg).

ESTATE 

Il mestiere delle armi e della diplomazia: Alessandro ed Elisabetta Farnese 
nelle collezioni del Real Palazzo di Caserta
Caserta Palazzo Reale – Appartamenti Storici
dal 06/06/2013 al 29/09/2013

Nell’ambito di un intenso programma di valorizzazione del proprio patrimonio, 
la Soprintendenza di Caserta intende celebrare i Farnese nella figura di 
Alessandro (Roma, 1545 – Arras, 1592) – straordinario condottiero e “vessillo” 
della spagna cattolica del XVI secolo – ed Elisabetta (Parma, 1692 – Aranjuez, 
1766), moglie di Filippo V di Spagna, madre di Carlo di Borbone, abile 
tessitrice di trame diplomatiche. La mostra ruoterà, quindi, intorno alle due 
carismatiche figure principalmente attraverso l’esposizione di dipinti di Pier 
Ilario Mercanti, detto Spolverini (Parma, 1657 – Piacenza, 1734) aventi come 
soggetto sia le “Gesta” di Alessandro Farnese sia i “Fasti”  raffiguranti i 
preparativi per le nozze di Elisabetta. Tutti questi dipinti fanno parte della 
vasta collezione ereditata da Carlo di Borbone quando ottenne il Ducato di 
Parma e Piacenza. Le vicende storiche dell’epoca portarono non solo Carlo sul 
trono del regno di Napoli, ma segnarono indirettamente anche il destino dell’
immenso patrimonio artistico farnesiano. Giunte a Napoli incomplete, le 
collezioni farnesiane trovarono una prima sistemazione nel vecchio Palazzo 
Reale della città, poi si decise di trasferirle nel Palazzo di Capodimonte. Un 
nucleo di circa 37 quadri comprendenti i “Fasti di Elisabetta” ed alcune 
“Battaglie”, in gran parte di mano dello Spolverini, furono poi trasferiti nel 
1859 alla Reggia di Caserta con la finalità di decorare la costituenda Armeria 
Reale, un progetto poi non andato in porto. Sono questi i dipinti che 
costituiranno il nucleo principale della mostra a cui saranno affiancate altre 
poche opere provenienti da altri musei.

AUTUNNO

Carditello ritrovato
Caserta Palazzo Reale – Appartamenti Storici
dal 09/10/2013 al 08/12/2013

Tra i siti Reali Borbonici di maggiore interesse in Campania, si può 
annoverare certamente quello di Carditello in località San Tammaro, non lontano 
dalla grande Reggia di Caserta, una dinamica azienda agricola organizzata sia 
per gli allevamenti di pregiate razze equine sia per la produzione e vendita di 
prodotti caseari. Costruito con sobrio ed elegante stile neoclassico a partire 
dal 1787 su progetto dell’architetto Francesco Collecini, oggi Carditello versa 
in precarie condizioni conservative dopo le vicissitudini subite a partire dall’
unità d’Italia, quando la tenuta reale borbonica, passò prima ai Savoia, poi 
nel 1920 all’opera Nazionale Combattenti ed infine al Consorzio Generale di 
bonifica del bacino inferiore del Volturno. Il suo ricco arredo, specialmente 
relativo alla palazzina centrale con i Reali Appartamenti (quadri, arazzi, 
mobili, etc…), è andato quindi disperso tra le varie residenze reali: Reggia di 
Caserta, Palazzo Reale di Napoli, Capodimonte, etc…La mostra si propone di 
rimettere insieme ed in vista – mettendo in campo un’importante ricerca 
archivistica – tale patrimonio, a partire da quanto, ed è tantissimo, può 
identificarsi nelle collezioni casertane.

 

 

Utenti Registrati Online

No

Iscriviti al nostro gruppo: Il Quotidiano di Facebook

 

 

Seguici su twitter!

 

 

Login

Videos

Ospiti

 37 visitatori online

Promozione Hotel

slide3
Chattare con TMC

News

ECOMAFIE

Ecomafie- ecco l’elenco dei 47 comuni pericolosamente inquinati

diramato dal Ministero della Salute

ROMATerra di Lavoro è ammalata. Quasi sei milioni di persone sono esposti a rischio di gravimalattie, tutte mortali: tumori, malattie respiratorie, malattie circolatorie, malattie neurologiche,malattie renali e così via. Il ministero della Salute ha diramato l’elenco delle zone maggiormente a rischio.Manco a dirlo, la zona più esposta a queste malattie è stata individuata tra il litorale domizio-flegreo e’agro aversano, praticamente quasi tutte le province di Napoli e Caserta. Questo l’elenco dei 47 comunievidenziati: Acerra, Arienzo, Aversa, Bacoli, Brusciano, Caivano, Camposano, Cancello ed Arnone,

Dettagli...

Grillo chiede un incontro a Napolitano

Grillo chiede un incontro a Napolitano

"Il Paese va verso la catastrofe economica. Ma l'italiano può diventare feroce"

Beppe Grillo 



ROMA -
"Napolitano vada in televisione, in prima serata e parli alla Nazione.Dica la verità sullo stato dell'economia, sulle misure che dovremo prendere,sui sacrifici enormi che ci aspettano. Imponga la cancellazione del Porcellum,contro cui alla Camera ha votato soltanto il M5S e un solo deputato delpdmenoelle e sciolga il Parlamento. Quest'agonia non può durare.Chiedo un incontro con Napolitano".

Beppe Grillo sul suo blog rivolge un appello al Capo dello Stato, invitandolo aspiegare agli italiani le condizioni in cui versa il Paese: "Ci si avvia verso la catastrofeeconomica - scrive il leader M5S sul sito- senza che nessuno nel Governo, nei partiti,nelle istituzioni abbia il coraggio di denunciarlo, di fare qualcosa". Bisogna intervenireal più presto perché "l'italiano viene descritto come "brava gente", ma può diventareferoce, come dimostrato dalla Storia, anche recente". Sul post appare una falsa prima  pagina del Corriere della Sera sulla quale campeggia il titolo"Le dimissioni di Letta. Grillo capo del Governo. Un proclama di Napolitano". Il tutto(sottotitolo e sommario compresi) in uno stile che ricorda quello delle dichiarazioni di guerra.

La Repubblica

Dettagli...

Tensioni sulla Grecia

Tensioni sulla Grecia


La Grecia torna sul palcoscenico delle Borse. Il nervosimo attorno al salvataggiodi Atene ha influenzato la mattinata dei listini europei. Questi, infatti, hannoreagito negativamente alla notizia, riportata dalla Reuters, secondo cui la Troikainternazionale avrebbe dato un ultimatum di tre giorni al governo ellenico.O vengono implementate, soprattutto nel settore pubblico, le riforme chieste,oppure la nuova tranche di aiuti intrenazionali potrebbe non arrivare. Al di làdell'efficacia (?) della politica d'austerity imposta al Paese (che sta sprofondandoin realtà sempre di più nella recessione), era scontato che una simile notiziaavrebbe fatto scendere gli indici. E così è stato. Tuttavia, poco dopo mezzogiornola Commissione europea ha smentito di avere dato l'ultimatum ad Atene.

Sole 24 Ore - l

Dettagli...

BENEVENTO -

CONCORSI IRREGOLARI NEL BENEVENTANO

BENEVENTO - Per irregolarità nell’effettuazione di alcuniconcorsi al Comune di Benevento il Gip Flavio Cusani hadisposto gli arresti domiciliari per il dirigente del settorefinanze del Comune Andrea Lanzalone 45 anni a cui vieneimputata la concussione. Le indagini sono state condottedal sostituto procuratore della Repubblica Antonio Clemente.Per Cristiana Fevola 48 anni, consulente della Team Consultingsrl c’è un obbligo di dimora. La donna è indagata per falsitàmateriale: i provvedimenti sono stati eseguiti dalla Digos.

F.il Mattino

Dettagli...



Natale alla Reggia 2012

COMUNICATO STAMPA

"Natale alla Reggia 2012"

dall' 8 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 il programma degli eventi organizzati

al Palazzo Reale di Caserta

Mostre d’arte, visite guidate, concerti e appuntamenti culturali.

http://www.rositour.it/Italia/Campania/Caserta/Caserta.htm

Dettagli...